20 Giugno: Giornata Internazionale del Rifugiato

 

Dal 20 giugno 2001, nel cinquantesimo anniversario dell’approvazione della Convenzione relativa allo statuto dei Rifugiati (Convention Relating to the Status of Refugees) da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, si celebra la Giornata internazionale del Rifugiato.

La giornata nacque per celebrare il coraggio e resilienza dei più di 70 milioni costretti a fuggire dalle proprie case a causa di persecuzioni, conflitti, violenze o violazioni dei diritti umani. Per sensibilizzare sull’argomento, l’UNHCR seleziona ogni anno un tema comune agli eventi celebrativi in tutto il mondo.

In questo momento storico caratterizzato dall’impressione di esilio e dal senso di attesa –a causa dell’emergenza coronavirus- le iniziative si sono spostate anche sul piano digitale. Dall’hashtag #WithRefugees, alla collaborazione con Twitter: l’artista ivoriano ventiduenne O’ Plérou lancerà per il 20 giugno un emoji raffigurante due mani unite a forma di cuore, simboleggianti la solidarietà nella diversità. “I rifugiati sono persone come noi”, ha dichiarato, “tramite il mio lavoro cerco di mostrare la diversità affinché ognuno di noi possa comprendere meglio l’altro e mostrare maggiore solidarietà”.

Da più di 40 anni Amici dei Popoli si schiera dalla parte di tutti coloro che vivono in situazioni di vulnerabilità, in Italia e nel mondo, convint* che sia decisivo provare a costruire un movimento ampio e plurale, che testimoni e operi con forza nella direzione della condivisione, della solidarietà e della giustizia a tutti i livelli, perché “tutti contano nella lotta per l’umanità” e nessuno deve essere lasciato indietro.

Per maggiori info sulla giornata e gli eventi in programma https://withrefugees.unhcr.it/