Le scuole di Kinshasa hanno bisogno di banchi

Le scuole di Kinshasa hanno bisogno di banchi

Cari tutti,

È con grande preoccupazione che ho redatto questo post, tutto il mondo sa che lo stato congolese rimane indifferente di fronte alla responsabilità di sostenere il settore dell’istruzione, i genitori non possiedono gli strumenti necessari per supportare l’educazione dei loro bambini e la situazione è peggiore nei quartieri periferici come la valle di Kindele che è quella che conosco meglio.

Il complesso scolastico situato nella valle  garantisce istruzione ai bambini della zona e a quelli dei quartieri circostanti. Dopo 11 anni di attività, oggi 458 bambini sono costretti a sedersi sul pavimento perché mancano i banchi e le sedie.

Nonostante abbia segnalato l’impossibilità ad accogliere nuovi iscritti le autorità ci fanno pressione affinché prendiamo altri bambini.

Mi ha fatto male dover inviare le foto degli studenti che iniziano la scuola seduti per terra.

Vi imploro di sostenere i bambini, il complesso scolastico Lugo si trova in una situazione di emergenza.

[…]

Vi ringrazio e vi prego di aiutare i bambini ad avere i loro banchi

sentimenti fraterni!

Germaine

Questo è l’appello che ci è arrivato qualche giorno fa da Germaine responsabile del complesso scolastico Lugo.

Kinshasa, capitale della REP. DEM del Congo è una città caotica, da sola è più estesa delle province di Bologna, Modena e Reggio Emilia messe assieme.

Kindele è uno dei quartieri del comune di Mont-Ngafula, che fa parte di Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo. A Kindele si è fuori dal caos del traffico cittadino, immersi in una campagna verde e rigogliosa. Tuttavia la zona è caratterizzata da estrema povertà e dalla presenza di un grande marais (zona paludosa), unica area coltivabile; il resto del terreno è completamente sabbioso.

Vivere lì è una sfida giornaliera.

In Avenue Kolwezi, in realtà poco più che un viottolo di campagna, sorge la scuola LUGO. La scuola ospita più di 458 bambini e ragazzi. Molti di loro sono figli di ragazze madri o di donne vedove. Quando non c’è scuola, i locali vengono usati anche per organizzare percorsi di alfabetizzazione per le mamme e le donne del quartiere. La scuola è stata creata da CAFID (Centre d’accompagnement des filles desoeuvrées), associazione con cui collaboriamo da diverso tempo, che si occupa non solo di trovare fondi per sostenere le spese scolastiche dei bambini, ma soprattutto di creare attività generatrici di reddito per le mamme.

ll complesso scolastico di Lugo e la vicina scuola di St Gabriel si trovano in una situazione di emergenza.

Scuola LugoAlcuni tra i bambini e ragazzi che studiano in queste scuole sono costretti a seguire le lezioni a terra per via della poca attrezzatura presente nelle aule. C’è necessità urgente di banchi, sedie e materiale scolastico per gli studenti.

C’è anche bisogno di costruire almeno un’altra aula per permettere una miglior fruibilità degli spazi e di costruire nuovi servizi igienici. Quelli attualmente esistenti sono assolutamente inadeguati alle esigenze dei bambini.

Una sedia costa 1,50 $ e un banco 6,50 $, la riparazione della macchina con cui le donne trasportano verdura e frutta dai campi ai mercati generali, elemento essenziale per la sussistenza dell’intero villaggio, costa 8.000 $, all’incirca 22.000 $ servirebbero invece per ristrutturare e ampliare la struttura e rendere adeguati i servizi.

La situazione politica della Rep. Dem del congo desta non poche preoccupazioni e ai problemi e alle lacune istituzionali già esistenti si aggiunge la minaccia di nuovi scontri e repressioni violente.

C’è bisogno dell’impegno di tutti affinché questa situazione possa migliorare. Per questo motivo, chiediamo a tutti voi di contribuire come potete, con donazioni o semplicemente diffondendo questo appello.

Leggi il racconto dell’ultima missione in Congo di Morena e Paola (aprile 2016)  

Leave a Reply