051 460381 info@amicideipopoli.org

6 aprile 2021: si celebra la Giornata Internazionale dello Sport per lo sviluppo e la pace

La Giornata Internazionale dello Sport per lo sviluppo e la pace è stata istituita, con la Risoluzione 67/296, il 23 agosto 2013 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Sul documento si legge che l’ONU, con l’istituzione di questa commemorazione, “invita gli Stati, il sistema delle Nazioni Unite e in particolare l’Ufficio delle Nazioni Unite per lo sviluppo e la pace, le organizzazioni internazionali competenti e le organizzazioni sportive internazionali, regionali e nazionali, la società civile, comprese le organizzazioni non governative e il settore privato e tutti gli altri soggetti interessati a cooperare, osservare e sensibilizzare alla Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace“.

La festa nasce, quindi, con l’intento di sottolineare il valore dello sport come strumento di pace e di legame tra i popoli, nonché per riconoscere il suo potere nel guidare il cambiamento sociale, lo sviluppo della comunità e promuovere la pace e la comprensione.

Questa celebrazione ricorre ogni anno in tutto il mondo e ricade in questo giorno in memoria della data di inizio dei primi Giochi Olimpici dell’era moderna, tenutisi ad Atene nel 1896. Essa ha lo scopo di contribuire ad accrescere la consapevolezza del ruolo storico svolto dallo sport nel perseguire sviluppo, pace, parità di genere e integrazione sociale. È indubbio che lo sport, oltre a diffondere ideali e valori fondamentali come pace, fraternità, solidarietà, non-violenza, tolleranza e giustizia, sia un potente strumento sociale, capace di promuovere l’integrazione sociale e lo sviluppo economico in contesti geografici, culturali e politici diversi.

Le celebrazioni del 6 aprile vogliono incoraggiare tutti a fare movimento per mantenersi in forma e in buona salute: lo sport e l’attività fisica sono fondamentali per migliorare la salute mentale, aiutare a sconfiggere i pensieri negativi, ridurre stress e depressione, ma anche per rafforzare il sistema immunitario.

Celebriamo questa giornata riproponendo le immagini che ci hanno visto protagonisti dell’ultima mobilitazione nazionale nell’ambito del progetto Odiare Non è Uno Sport. Lo scorso 19 marzo, infatti, i volontari e le volontarie della nostra sede di Padova, insieme agli amici e alle amiche di Tele Radio City, da piazza Portello si sono uniti ai presidi che si sono tenuti in 10 città d’Italia, per dire basta ai discorsi d’odio. CLICCA QUI!