Centro sociale Sant’Antonio dei Padri Rogazionisti – Nyanza

NIMG_0191 (2)ella città di Nyanza, ex capitale rwandese situata nel sud del Paese, Amici dei Popoli lavora fianco a fianco con il Centro sociale Sant’Antonio, fondato nel 1971 come orfanotrofio dal sacerdote missionario Belga Pierre Simons per la cura e l’accoglienza dei bambini abbandonati e preso in mano nel 1988 dalla congregazione dei Padri Rogazionisti. In un Paese in cui il problema dell’infanzia abbandonata è sempre stato di attualità cocente, il genocidio del 1994 ha influito pesantemente sui numeri e sull’organizzazione demografica: tante donne vedove, tanti padri e madri di famiglia deceduti o in carcere per le colpe del genocidio, e la percentuale di minori abbandonati aumentata a dismisura.

Per rispondere alle mutate esigenze, il Centro si è ampliato con nuove strutture, più alloggi, e un Ufficio Sociale proteso verso l’esterno per andare incontro ai bisogni fondamentali dei minori nel loro ambiente di vita.

SCARICA LA SCHEDA PROGETTO

La collaborazione di Amici dei Popoli con il centro, iniziata nel 1995 e che continua fino ad oggi, si concretizza in attività di sostengo economico e professionale alle strutture attive e ai ragazzi che ne traggono beneficio: la scuola materna, le scuole secondarie e la scuola di arti e mestieri accolgono e formano ad oggi circa 200 bambini e ragazzi, mentre la mensa scolastica è punto di riferimento per qualsiasi bambino che, con gravi situazioni di disagio familiare, è accolto gratuitamente al Centro coi bambini “interni”. Sempre dal 1995, il Centro Sant’Antonio di Nyanza accoglie i volontari di Amici dei Popoli che scelgono di svolgere attività formative coricreative con i minori del centro, come esperienze estive di conclusione del Percorso di formazione alla mondialità