Servizio Civile Universale

COS’É IL SERVIZIO CIVILE? 

Il Servizio Civile è un’opportunità per i giovani di vivere un’esperienza di lavoro volontario di un anno presso enti e associazioni, sia in Italia che all’estero, che operano al servizio del bene comune e delle fasce più deboli della società. Per i giovani coinvolti è un’occasione di crescita personale e professionale sia attraverso la formazione specifica che attraverso l’esperienza diretta sul campo.

Il Servizio Civile, dal 2018 Servizio Civile Universale, è stato istituito nel 2001 dopo l’abolizione della leva militare obbligatoria e nasce con l’obiettivo di permettere ai giovani di contribuire alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari e tramite adesione volontaria.

IL BANDO 2019 E’ SCADUTO IL 17 OTTOBRE ORE 14.00. Vai alla notizia 

Amici dei Popoli cerca 7 volontari in Italia (3 a Bologna e 4 a Padova) e 2 volontari all’estero (Balaka, Malawi).

PROGETTI 

SELEZIONI

Consulta il calendario delle selezioni

INCONTRI INFORMATIVI

Scarica il volantino degli Incontri informativi a Bologna

Scarica il volantino degli Incontri Informativi a Padova

COME PARTECIPARE

Leggi con attenzione il Bando oppure consulta il sito dedicato: www.scelgoilserviziocivile.gov.it

REQUISITI DI AMMISSIONE 

Possono partecipare alla selezione i giovani in possesso dei seguenti requisiti:

  • aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni);
  • cittadinanza italiana, di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia;
  • non aver riportato condanne (come da bando).

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • appartengono ai corpi militari e alle forze di polizia; 
  • abbiano già prestato o stiano prestando servizio civile nazionale o universale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo o che li abbiano avuti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi. 

Possono comunque presentare la domanda i giovani che:

  • abbiano interrotto il servizio civile nazionale o universale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente che ha causato la revoca del progetto o a causa della chiusura del progetto o della sede di attuazione a condizione che il servizio prestato non sia stato superiore ai 6 mesi;
  • abbiano interrotto il servizio a causa del superamento dei giorni di malattia a condizione che il servizio prestato non sia stato superiore ai 6 mesi;
  • abbiano già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo International Volunteering Opportunities for All o per i Corpi di Pace.

A tali requisiti si possono aggiungere altri requisiti aggiuntivi specificati nei singoli progetti.

COPERTURE E BENEFIT PER I VOLONTARI

IN ITALIA – A tutti i volontari del Servizio Civile Universale in Italia è corrisposto un contributo mensile di euro 439,50 e sono regolarmente assicurati per danni procurati a terzi durante il servizio, per malattia e infortunio per cause di servizio attraverso una polizza stipulata a loro nome dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale.

ALL’ESTERO – Ai volontari impegnati all’estero è corrisposto un contributo mensile di euro 439,50 + indennità estera giornaliera per i giorni di servizio all’estero (l’indennità varia da zona geografica ed è compresa fra i 13 ed i 15 euro al giorno). Ai volontari è inoltre garantito vitto e alloggio presso le comunità locali sede dei progetti, due viaggi di andata e ritorno e una polizza assicurativa stipulata a loro nome dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale.

MODALITÀ DI CANDIDATURA

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda si può inviare ESCLUSIVAMENTE attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo domandaonline.serviziocivile.it 
È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto ed un’unica sede,
da scegliere tra i progetti elencati negli allegati al bando e riportati nella piattaforma DOL.

Per accedere ai servizi di compilazione e presentazione domanda sulla piattaforma DOL occorre che il candidato sia riconosciuto dal sistema.

  • I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero e i cittadini di Paesi extra Unione Europea regolarmente soggiornanti in Italia possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale  www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid sono disponibili tutte le informazioni su cosa è SPID, quali servizi offre e come si richiede.
  • Invece, i cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla homepage della piattaforma stessa.

N.B. Per ottenere le credenziali potrebbe volerci anche qualche giorno, quindi meglio attivarsi per tempo.

La piattaforma, che consente di compilare la domanda di partecipazione e di presentarla, ha una pagina principale “Domanda di partecipazione” strutturata in 3 sezioni:

  1. Progetto
  2. Dati e dichiarazioni
  3. Titoli ed esperienze

e in un tasto “Presenta la domanda”.

I giovani potranno individuare il progetto scelto tramite un apposito motore di ricerca e compilare la domanda, che, ricordiamo potrà essere solo una per tutto il bando. Il sistema permetterà di conoscere in tempo reale il numero di candidature già arrivate per ogni progetto, così che anche la scelta possa essere più ponderata, riducendo la dispersione delle candidature su progetti con un alto numero di domande ma con pochi posti.

Sarà importante prestare attenzione al momento della sottomissione definitiva della domanda, perché non sarà possibile ritirarla o modificarla. Tuttavia, prima di questo passaggio, si potrà salvare più volte i dati, verificare la correttezza della compilazione e quindi procedere con la candidatura solo quando si sarà sicuri. 

Il giorno successivo alla presentazione della domanda il Sistema di protocollo del Dipartimento invia al candidato,tramite posta elettronica, la ricevuta di attestazione della presentazione con il numero di protocollo e la data e l’orario di presentazione della domanda stessa.

Le domande di partecipazione devono essere presentate esclusivamente nella modalità on line sopra descritta entro e non oltre le ore 14:00 del 10 ottobre 2019.

Per tutte le informazioni scarica la Guida per la compilazione e la presentazione della DomandaOn Line con la piattaforma DOL redatta dal Ministero o la guida alla candidatura online

NB: Ti consigliamo di contattarci e chiarire eventuali dubbi sul progetto prima di presentare la domanda.

Per maggiori informazioni consulta anche il sito del Ministero www.serviziocivile.gov.it e di FOCSIV: www.focsiv.it.

SELEZIONI

Le convocazioni alle selezioni saranno pubblicate almeno 10 giorni prima della data prevista sul sito www.focsiv.it. 

La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione a tutti gli effetti di legge. Il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenti al colloquio nei giorni stabiliti senza giustificato motivo è escluso dalla selezione per non aver completato la  procedura. Le selezioni saranno realizzate sulla base dei criteri stabiliti dal sistema di selezione FOCSIV accreditato presso l’Ufficio Nazionale Servizio Civile.

GRADUATORIE

Sulla base del punteggio ottenuto dal candidato in fase di selezione, viene stilata una graduatoria. La graduatoria comprenderà i candidati non idonei, gli idonei non selezionati e gli idonei selezionati (che copriranno i posti messi a bando). Gli idonei non selezionati possono subentrare nel progetto in caso di rinunce da parte di altri candidati o essere ripescati per altri progetti sia da Amici dei Popoli, che da altri enti.

AVVIO DEL PROGETTO

L’avvio dei progetti è ipotizzato tra febbraio e marzo 2020. L’avvio del Servizio Civile prevede una settimana di formazione generale obbligatoria e residenziale per tutti i volontari seguita da una formazione specifica. Una volta completata la fase di formazione avviene l’inizio delle attività per i volontari in Italia e la partenze per il Malawi per i volontari impegnati all’estero. 

Cosa fanno i volontari?

Bologna e Padova i volontari si occupano della comunicazione (social network, sito internet, newsletter), svolgono attività di Educazione alla Cittadinanza Globale (eventi sul territorio, organizzazione corsi docenti, attività educative a scuole) su tematiche come nonviolenza, stereotipi, pregiudizi e diritti umani, supportano l’ attività di facilitazione linguistica con minori stranieri.
A Balaka, in Malawi, i volontari collaborano con il nostro partner locale, Andiamo Youth Cooperative Trust NGO (AYTC), all’implementazione delle attività educative rivolte a bambini, giovani e ragazzi di strada. 

________________________________________________________________________________

Di seguito i progetti approvati nel 2018 e attualmente in corso:

________________________________________________________________________________