051 460381 info@amicideipopoli.org

ODIARE NON E’ UNO SPORT

 

Campioni e campionesse, società sportive, associazioni, scuole, studenti e studentesse uniti per dire no all’hate speech nello sport 

 

 

In occasione della Giornata Mondiale contro il bullismo e il cyber-bullismo, il 7 Febbraio ha preso il via la campagna #Odiarenonèunosport, sostenuta dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione alla Sviluppo e promossa dal Centro Volontariato Cooperazione allo Sviluppo, con una fitta rete di partners su tutto il territorio nazionale, tra cui Amici dei Popoli ONG. 

Il progetto nasce per prevenire e contrastare i messaggi d’odio online in ambito sportivo: dai primi risultati di uno studio effettuato dall’équipe multidisciplinare del Centro di ricerca avanzata Coder (UniTo), è emerso che sulle pagine Facebook delle 5 principali testate giornalistiche sportive tre post su quattro ricevono commenti che contengono una qualche forma di hate speech (linguaggio volgare, aggressività verbale, minacce e varie forme di discriminazione). Il lavoro del gruppo di ricerca, oltre quello di osservare e monitorare, sarà proprio quello di intercettare le varie forme di hate speech online e intervenire con risposte in tempo reale. 

La campagna durerà per tutto il 2020 e prevederà diversi appuntamenti e strumenti per sensibilizzare la cittadinanza, tra cui attività formative e percorsi educativi presso scuole e società sportive. Si concluderà con la formazione di “squadre” territoriali anti-odio che avranno il compito di monitorare profili e pagine social di varie società sportive per intercettare e rispondere in modo pertinente ai messaggi di hate speech. 

 

Per rimanere aggiornato/a visita la pagina di Odiare non è uno sport.

 

Tutti insieme con un obiettivo comune: dire no all’odio nello sport e nella vita.