051 460381 info@amicideipopoli.org

20 Febbraio 2022 – Giornata mondiale della Giustizia Sociale

La giustizia sociale è un principio di fondo per la coesistenza pacifica e prosperosa all’interno e tra le Nazioni. Promuovendo la giustizia sociale si sostengono il principio di uguaglianza tra le persone e la rimozione degli ostacoli economici, sociali e civili. 

Per le Nazioni Unite, la ricerca e la tutela della giustizia sociale è il fulcro della missione globale di promuovere lo sviluppo e la dignità umana. L’adozione della Dichiarazione sulla Giustizia Sociale per una Globalizzazione Giusta da parte dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) ne è una manifestazione in quanto mira a garantire risultati giusti per tutt* attraverso il lavoro, la protezione sociale, il dialogo sociale nonché i principi ed i diritti fondamentali del lavoro.

Con la Risoluzione A/RES/62/10 del 2007, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite proclamò il 20 febbraio come Giornata Mondiale per la Giustizia Sociale. Le celebrazioni della Giornata Mondiale per la Giustizia Sociale hanno lo scopo di sostenere gli sforzi della comunità internazionale per l’eliminazione della povertà, per la promozione e la tutela di un lavoro dignitoso per tutt*, per garantire l’uguaglianza di genere e per l’accesso al benessere sociale e alla giustizia.

Amici dei Popoli in quest’ottica promuove e attua, sin dalla sua nascita, progetti di cooperazione internazionale e sviluppo per la formazione ed il sostegno della popolazione e dei giovani nelle comunità in cui è presente, dedicando particolare particolare attenzione ai giovani e alle donne, alla formazione e all’empowerment del personale locale e della popolazione beneficiaria dei progetti di sviluppo.

Obiettivo dei progetti  è quello di aiutare le popolazioni locali a costruirsi una valida possibilità di futuro, aspirando al raggiungimento di uno sviluppo umano e sostenibile per creare soggetti capaci in futuro di dare il proprio contributo alla crescita di una società civile autonoma, responsabile e cosciente. Non tanto l’investimento di grandi capitali ma piuttosto il sostegno all’autonomia sociale, politica ed economica delle comunità locali del sud del mondo possano più facilmente contribuire alla lotta alla povertà e alle ingiustizie che da essa derivano.