051 460381 info@amicideipopoli.org

12 Settembre 2021 – Giornata delle Nazioni Unite per la Cooperazione Sud-Sud

Il 12 settembre si celebra in tutto il mondo la Giornata delle Nazioni Unite per la Cooperazione Sud-Sud, istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con risoluzione 58/220. La data commemora l’adozione nel 1978 del “Piano d’azione di Buenos Aires per la promozione e l’attuazione della cooperazione tecnica tra i paesi in via di sviluppo” da parte di 138 Stati membri.

Questa Giornata invita la comunità internazionale a sostenere gli sforzi dei Paesi in via di sviluppo per ampliare la cooperazione Sud-Sud, integrandola nei progetti e nei programmi di cooperazione con appropriate risorse umane, tecniche e finanziarie.

Le Nazioni Unite definiscono la Cooperazione Sud-Sud come “un processo in cui due o più paesi in via di sviluppo perseguono i loro obiettivi di sviluppo delle capacità individuali e/o nazionali condivisi attraverso lo scambio di conoscenze, competenze, risorse e know-how tecnico e attraverso azioni collettive regionali e interregionali, compresi i partenariati che coinvolgono i governi, le organizzazioni regionali, la società civile, il mondo accademico e il settore privato, per il loro vantaggio individuale e/o reciproco all’interno delle regioni e tra le regioni. La cooperazione Sud-Sud non è un sostituto ma piuttosto un complemento alla cooperazione Nord-Sud”. L’agenda della Cooperazione Sud-Sud è guidata dai principi del rispetto della sovranità nazionale, dell’appropriazione e dell’indipendenza nazionale, dell’uguaglianza, della non condizionalità, della non interferenza negli affari interni e del vantaggio reciproco.

Nello specifico, durante questo periodo di pandemia globale questo tipo di collaborazione è divenuto più importante che mai. Diversi Paesi del Sud del mondo hanno già dimostrato risposte efficaci per contenere la pandemia e mitigarne l’impatto. Questa circostanza ha dimostrato quanto sia importante, soprattutto per i Paesi in via di sviluppo, scambiare buone pratiche con gli Stati che hanno dimostrato sistemi sanitari efficienti, meccanismi di governance efficaci, leadership, coordinamento, comunicazione e coesione comunitaria durante la crisi.

Amici dei Popoli promuove e attua sin dalla sua nascita progetti di cooperazione internazionale e sviluppo per la formazione ed il sostegno della popolazione e dei giovani nelle comunità in cui è presente in collaborazione con gli attori locali.

Attualmente lavoriamo e cooperiamo in due aree specifiche: quella dei Grandi Laghi africani (Rwanda e Repubblica Democratica del Congo) e in Uruguay (America Latina) con progetti di sviluppo settoriale in collaborazione con gli attori locali. Prestiamo grande attenzione alle donne, ai bambini e ai ragazzi, a tutti i settori maggiormente svantaggiati della popolazione rurale e delle periferie urbane. Investiamo nella formazione umana e in progetti di sviluppo sostenibile all’insegna dell’ecologia integrale, dell’empowerment femminile, del sostegno all’agricoltura familiare.

Vi invitiamo ad approfondire tutti i nostri progetti alla pagina dedicata!